L’Homo Furlanus è anche Lerotik: un casting d’eccezione per il futuro personaggio di “Felici ma Furlans”!


Siete mai stati tratti in inganno da un vostro amico/a per una buona causa e per tante, ma tante risate?!

Non agitatevi e non perdete la fiducia nei vostri amici più cari perché nel peggiore dei casi vi riserveranno soltanto una piccola sorpresa come quella che ho personalmente custodito a due miei compagni di avventure/sventure… a loro insaputa 😉

Ma facciamo un passo indietro, al 21 febbraio 2012…martedì grasso!

Voi penserete subito alle mille trasformazioni, maschere e parrucche e invece, triste nel aver declinato un invito allettante dalle mie personali “Desperate Housewife” (il travestimento scelto dalle mie amiche per quest’anno), destino la sorte della mia serata al cinema; questa volta nessun thriller o film drammatico, ma uno schermo gigante, due leggii e due friulani in carne ed ossa (più ossa data l’esile corporatura) pronti a dare il via alla presentazione di uno spettacolo davvero originale: “Felici ma Furlans”.

I due ragazzi sono Leonardo Pecile e Alessandro di Pauli (le foto dimostrano la serietà dei giovincelli :-P), creatori e sviluppatori di una serie televisiva dedicata all’Homo Furlanus e alla sua regione d’appartenenza, il Friuli Venezia Giulia.

6 episodi della durata di 30 minuti ciascuno, nei quali attraverso la comicità e la satira di costume,

“si vuole scavare, raccontare, descrivere la nostra gente, mostrando che cosa c’è oltre le apparenze. Non siamo più una terra di burberi e rubicondi contadini, ma una terra di confine dove culture, industrie e uomini combattono ogni giorno la sfida del mondo globale, sempre e comunque in a Furlan way” (alla Friulana).”

Questo è soltanto un promo che dà l’idea dell’intreccio principale della serie, rappresentata da 9 personaggi, ognuno con determinate caratteristiche tipiche del DNA friulano. Ma c’è una mancanza, un elemento ancora irreperibile. A fine serata, infatti, i due ideatori lanciano un appello e annunciano l’apertura del casting per il personaggio di Lerotik:

 “Il plui espert dai operaris de aziende. Il prototipo dal lavoradôr furlan. Tu scugnis fidati di lui: al’è seri, precîs, nol mole mai un lavôr a metât, nol fâs domandes. Lerotik… Parcè lu clamino cussì? Al’è, juste un tichinin, ossessionât dal sesso, grant colezionist di batudes a sens dopli. Al fevele une vore di chel… ma in font, sot sot, al’è plen di tabù.”

[Il più esperto degli operai dell’azienda. Il prototipo del lavoratore friulano. Devi fidarti di lui: è serio, preciso, non lascia mai un lavoro a metà, non fa domande. Lerotik…perché lo chiamano così? E’ giusto un po’ ossessionato dal sesso, grande collezionista di battute a senso doppio. Parla molto di quello…ma in fondo, sotto sotto, è pieno di tabù.]

In quel momento mi si accende una lampadina 😉 e decido di portare, con una scusa qualunque, le mie due “vittime” proprio al casting in questione, programmato per il 27 febbraio 2012. Eccoli all’opera!

Casting Lerotik - "Felici ma Furlans"

Un’organizzazione professionale e nel dettaglio, presso il Cenacolo dei teatranti, dove più di 15 aspiranti Lerotik friulani hanno partecipato ad una dura lotta di recitazione. A suon di battute, improvvisazioni e balletti arrangiati, vi posso garantire che i concorrenti hanno reso lo show unico e che i miei amici sono ancora davanti allo specchio, cercando di trovare la migliore interpretazione ad una delle richieste fatte durante il casting:

 “Dacci un’idea di come Lerotik si prepara ad uscire prima di una serata, ascoltando Sex Bomb di Tom Jones?”

L’immaginazione non basta; voi che consigli avreste dato, ovviamente “in a Furlan/Italian Way”? 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...