Le sinergie friulane per la raccolta di MAD Curricula!


Chi mi conosce già, sa che il mio colore preferito è il giallo; chi inizia a scoprire qualcosa di me ora, è giusto conosca il motivo di questa mia preferenza. Oltre ad essere una tonalità che da sempre amo, il giallo è il colore lagato ad un progetto di cui sono Ambasciatrice “certificata”: il progetto Mad in Italy! E’ un’iniziativa che da più di un anno fa parte della mia vita e che mi ha permesso di conoscere nuove realtà imprenditoriali e non solo…

Dichiarazione Ambasciatrice Mad in Italy!

Ne sentirete parlare spesso in questo blog quindi fatevene una ragione e …preparatevi alla full immersion!

Non voglio assolutamente togliermi dal focus principale del blog, ma non posso iniziare questo percorso senza un piccolo passo indietro, senza un rimando agli eventi organizzati per la raccolta di Mad Curricula friulani: due occasioni che mi hanno entusiasmato, in cui mi sono messa alla prova e ho registrato le testimonianze di circa 20 giovani ragazzi coraggiosi. Sì, perché ci vuol coraggio a stare davanti a una telecamera e ci vuol coraggio a mettere la propria faccia in prima linea.

Considerate la situazione: una poltrona, una videocamera puntata e una ragazza che per quanto cerchi di mettervi a vostro agio vi pone la fatidica domanda:

<< Raccontami un po’ di te…cosa vorresti fare da “grande”? >>

Riscontro sempre un’iniziale incertezza nella risposta, ma trascorsi i primi 15 secondi ha inizio l’esplosione di idee, di sogni e di aspettative. Eliminiamo dalla mente la “leggenda dei ragazzi bamboccioni” o ultimamente denominati “sfigati”; ci sono giovani che hanno grandi desideri, voglia di fare e adottano persino il gioco come approccio utile alla vita professionale, perché anche “giocando si impara”:

Grazie a Riccardo Cicuttin e Annamaria Tuan ho organizzato la prima raccolta di Mad Curricula in occasione del “Festival delle Città Impresa”, manifestazione che si realizza nelle città-impresa simbolo del Nordest distinte come poli d’innovazione e trasformazione industriale nel corso degli ultimi decenni. Tale evento, organizzato dalla rivista mensile Nordesteuropa.it, è arrivato ormai alla sua quinta edizione e si aprirà il 2 maggio 2012 alla Fiera di Vicenza. Il tema principale di quest’anno sarà lo sviluppo di un nuovo tessuto industriale come risposta alla nuova fase di crisi che l’intera economia e società occidentale si trovano ad affrontare.

“Protagoniste del Festival saranno dunque le aziende che innovano, che puntano sulla creatività e/o su rinnovate sapienze artigiane; protagoniste del Festival saranno quelle città che producono idee, che creano luoghi – spesso all’interno di antichi stabilimenti industriali – dove le idee si incontrano e si scambiano, dove il rapporto tra cultura, creatività ed impresa crea contaminazioni e produce nuove suggestioni.”

“Quest’anno il Premio Festival delle Città Impresa verrà assegnato a 1000 fabbricatori di idee del Nordest, in una cerimonia collettiva che darà la dimensione della forza e della ricchezza progettuale di questo territorio. Vogliamo così riconoscere pubblicamente il contributo che – in ogni angolo del nostro territorio – imprenditori, giovani talenti, lavoratori e amministratori pubblici, responsabili di associazioni ed enti che contribuiscono ogni giorno con il loro lavoro, idee e passione a far crescere il Nordest e, con esso, l’intero Paese.

Chiediamo la vostra collaborazione per selezionare le realtà più interessanti e meritevoli del Nordest. “

La mia proposta è ovviamente Udine 😉 Perché?

Perché grazie alla contaminazione e al rapporto tra le diverse realtà culturali, creative e d’impresa del territorio udinese è brillantemente riuscita anche la seconda raccolta di Mad Curricula.

Giovani FVG, Coworking Udine, Coveco e Mad in Italy! insieme per un solo pomeriggio…guardate un po’ che gruppo folle!

Sinergie del Friuli Venezia Giulia

Non mi ritengo una sfigata, anzi!Grazie a tutte queste esperienze affino le mie competenze professionali e l’organizzazione di eventi è sicuramente una branchia del mio settore professionale come PR che non vorrei abbandonare in futuro.

Oltre a questo, io ho il mio desiderio da “grande”… e voi cosa vorreste fare?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...